Tutte le istituzioni dell’Unione concordano circa il fatto che la Cina non sia un’economia di mercato, tuttavia non esiste un accordo su come misurare il dumping prodotto dalle merci provenienti dalla Cina. Il dumping consiste nell’esportazione di merci a prezzi molto più bassi di quelli praticati sul mercato interno di origine. Ma se la Cina non è un’economia di mercato, quanto può essere affidabile il prezzo applicato nel paese d’origine per misurare il dumping?

La Commissione ha proposto una nuova metodologia per la misurazione dei prezzi in Cina e su tale proposta il Consiglio e il Parlamento hanno espresso i propri pareri. Ora è giunto il momento per tutte le tre predette istituzioni di riunirsi e concordare un testo di compromesso, il che parrebbe molto difficile.

La questione si riduce all’individuazione chi dovrebbe sopportare l’onere di dimostrare che un determinato prezzo sia o non sia distorto e, quindi, se debba essere utilizzato o meno per misurare il dumping. Mentre scriviamo i negoziati continuano.