La Commissione europea ha lanciato una nuova proposta per ottenere regole sui droni, emettendo stime che nel corso del solo 2016 ci sono stati oltre 1.200 “situazioni” di sicurezza nell’uso dei droni, compresi i quasi incidenti tra droni e aerei commerciali. La Commissione aveva proposto una legislazione nel dicembre 2015, ma il Consiglio e il Parlamento europeo hanno compiuto pochi progressi nell’adozione delle norme. In assenza di progressi, la Commissione sta procedendo all’interno del programma SESAR, un programma per sviluppare la gestione del traffico aereo della prossima generazione, per determinare strumenti per “geo-recintare” gli aeroporti e lo spazio aereo critico. Il geo-recinto potrebbe impedire automaticamente ai droni di volare all’interno di zone soggette a restrizioni.