Conformemente alle norme europee in materia di aiuti di Stato nonché al temporary framework per sostenere l’economia e garantire alle imprese la liquidità sufficiente per preservare la continuità della propria attività nell’emergenza coronavirus, in data 27 luglio 2022 la Commissione ha approvato l’importo pari a 215 milioni di euro erogato dal governo tedesco a favore della Deutsche Bahn AG (“Deutsche Bahn”).

A causa delle limitazioni introdotte dal governo tedesco quali, tra le altre, il divieto generale di spostamento tra le regioni ed il sistema obbligatorio di prenotazione a posti alternati, la DB Netz AG, la DB Energie GmbH e la DB Station&Service AG, sussidiarie della Deutsche Bahn, hanno dovuto affrontare un calo della domanda per i loro servizi di infrastruttura ferroviaria nonché dei loro ricavi. Tramite un’iniezione di capitale, pertanto, l’aiuto mira a risarcire tali compagnie dei danni subiti a causa della pandemia e delle relative misure di contrasto tra il 16 marzo e il 31 maggio 2020.

Secondo la Commissione, la misura è conforme alle norme europee in materia di aiuti di Stato in quanto, trattandosi di un fenomeno straordinario e imprevedibile con significative ricadute economiche, la pandemia di coronavirusrappresenta un evento eccezionale ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 2, lettera b), del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE). Tale misura, inoltre, risulta proporzionata, in quanto nessuna compagnia riceverà un risarcimento superiore ai danni subiti.