Nonostante i molteplici vantaggi per i suoi utenti, la mobilità comporta diversi costi per la società quali, tra gli altri, le emissioni di gas a effetto serra, l’inquinamento atmosferico, acustico e idrico, gli incidenti stradali e la perdita di biodiversità. Poiché la riduzione delle emissioni offre grandi opportunità per migliorare la qualità della vita e per consentire all’industria europea di modernizzarsi, con ciò rafforzando la competitività dell’Unione, in data 3 giugno 2021 il Consiglio ha adottato delle conclusioniche accolgono la strategia della Commissione per una mobilità sostenibile e intelligente, che mira a dare vita al sistema sostenibile del futuro e ad apportare i cambiamenti fondamentali necessari per raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo.

Più particolarmente, al fine di raggiungere la neutralità climatica dell’Unione entro il 2050 in linea con l’Accordo di Parigi, e parallelamente alla transizione verso modalità più sostenibili, tutti i trasporti dovrebbero contribuire ad una riduzione sostanziale delle emissioni del settore entro il 2030 e il 2050 in modo da preservarne la competitività. A questo proposito, tutti gli Stati Membri dovrebbero partecipare agli sforzi per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni, tenendo conto di considerazioni di equità e solidarietà nonché della loro specifica situazione a livello nazionale.

Secondo il Consiglio, inoltre, è necessario un aggiornamento del quadro legislativo europeo al fine di ridurre il consumo e la dipendenza dai combustibili fossili e facilitare l’immissione sul mercato e l’adozione di sistemi di propulsione alternativi, potenzialmente in grado di fornire soluzioni efficaci per la transizione verso una mobilità più verde.

Infine, poiché la digitalizzazione e la promozione dell’innovazione nelle tecnologie verdi costituiscono fattori chiave fondamentali per la competitività globale a lungo termine del sistema di trasporto europeo, il Consiglio ha ricordato l’importanza delle attività di ricerca e innovazione nella mobilità cooperativa connessa e automatizzata al fine di rafforzare la sostenibilità e la resilienza del settore dei trasporti. Nonostante miri a diventare più sostenibile, digitale ed automatizzato, tuttavia, il sistema dei trasporti e della mobilità dovrebbe rimanere incentrato sull’uomo, promuovendo la disponibilità e l’accessibilità per tutti ed eliminando le disuguaglianze tra gli utenti.