Quali le principali novità?

  • Disposizioni in tema di perdite

A decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto (09 aprile) fino alla data del 31 dicembre 2020, non si applicano gli artt. 2446, commi secondo e terzo, 2447, 2482 bis, commi quarto, quinto e sesto e 2482 ter cc in materia di riduzione del capitale per perdite e riduzione del capitale sociale al di sotto del limite legale. Per lo stesso periodo non opera la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale di cui agli articoli 2484, n. 4, e 2545 duodecies cc.

Viene espressamente fatta salva la tempestiva informazione ai soci in ordine alle perdite.  

  • Principi di redazione del bilancio

Nella redazione dei bilanci il principio della prudenza  e quello della prospettiva della continuazione dell'attività di cui all’articolo 2423 bis, comma primo, n. 1) cc, devono essere applicati considerando quale situazione di riferimento quella antecedente il 23 febbraio 2020 (situazione pre-emergenza COVID 19)  

  • Disposizioni temporanee in materia di finanziamenti alle società

Al fine di incentivare un adeguato rifinanziamento delle imprese, vengono disattivati temporaneamente i meccanismi di postergazione nel rimborso dei finanziamenti effettuati dai soci o da chi esercita attività di direzione e coordinamento.

Il carattere comunque temporaneo della previsione limita la portata della deroga ai soli finanziamenti effettuati dalla data di entrata in vigore del provvedimento fino al 31 dicembre 2020.