In data 3 marzo 2020, la Commissione europea e la Guardia Costiera degli Stati Uniti hanno sottoscritto un memorandum di cooperazione (Memorandum of Cooperation, MOC) relativo alla supervisione delle organizzazioni reciprocamente riconosciute (recognized organisations, ROs) per il rilevamento e la certificazione delle navi commerciali.

Attualmente, l’Unione europea e la Guardia Costiera statunitense cooperano con diverse ROs come, tra le altre, Lloyd’s Register, DNV-GL, e Bureau Veritas, condividendo una ingente quantità di informazioni. Di conseguenza, il MOC si propone di fornire un quadro unitario per il coordinamento non solo di tali informazioni, ma anche di tutte le attività e migliori pratiche per la supervisione delle ROs che ispezionano e certificano le navi commerciali per conto sia degli Stati Uniti che dei governi degli Stati membri dell’Unione.

Accordi come questo sono fortemente incoraggiati dal Codice sulle organizzazioni riconosciute dell’Organizzazione marittima internazionale (International Maritime Organization, IMO). La condivisione delle informazioni, infatti, favorisce una migliore verifica delle prestazioni delle ROs e contribuisce ad aumentare la trasparenza e la sicurezza, riducendo, al contempo, gli oneri per le ROs stesse nonché la necessità di ulteriori attività di controllo. Pertanto, l’auspicio è che questo memorandum sia solo il primo di una lunga serie che coinvolgerà un numero sempre maggiore di membri dell’IMO.