La Legge di conversione, introducendo l’art.1-quater, ha stabilito che i rimborsi di imposte e tasse sono erogati, ove sussistano i relativi presupposti, a seguito della presentazione da parte del debitore della dichiarazione di volersi avvalere della definizione agevolata dei debiti tributari di cui all’articolo 6, comma 2, del D.L. n. 193/2016, convertito dalla Legge n. 225/20164, limitatamente ai carichi definibili oggetto della dichiarazione stessa. Nei casi di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata ovvero di una di quelle in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme dovute ai fini della predetta definizione agevolata, l’erogazione del rimborso potrà essere sospesa.