Novità Normative e Giurisprudenziali - in vigore

1. Impianti FER in esercizio - Procedure operative per gli interventi di manutenzione sugli impianti FER diversi dai fotovoltaici

Il 20 dicembre 2017 il GSE ha pubblicato, ai sensi dell'art. 30 del D.M. 23 giugno 2016, le Procedure operative per la gestione e l'esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici. I princìpi di cui alle Procedure operative si applicano anche agli interventi già effettuati, a prescindere dalla data di completamento degli stessi.

Trovano conferma i principi posti dall'art. 30 del D.M. 23 giugno 2016 e, in particolare, l'ammissibilità di interventi di manutenzione che comportino incrementi della potenza nominale degli impianti nei limiti:

  • del 5% per gli impianti di potenza nominale fino a 20 kW;
  • dell’1% per gli impianti di potenza nominale superiore a 20 kW.

Non è invece ammesso alcun incremento della superficie captante per gli impianti solari termodinamici. Le Procedure operative distinguono le seguenti categorie di intervento:

Interventi non significativi: operazioni che non hanno alcun impatto sulla convenzione in essere e per le quali, a differenza delle altre categorie di intervento, non è prevista alcuna comunicazione al GSE.

Sostituzione dei componenti principali di generazione: sostituzione dei componenti principali di generazione con componenti della stessa tipologia, a parità, o nei limiti di incremento di potenza consentiti, della potenza nominale o installata.

Modifica della configurazione di impianto: interventi di riduzione della potenza nominale o installata, di incremento della sola potenza installata oltre i limiti di incremento consentiti o la variazione dei parametri di calcolo degli incentivi, la modifica del layout o della ricetta di alimentazione.

Ammodernamento: interventi finalizzati a incrementare la producibilità dell’impianto, mediante la nuova installazione o la sostituzione dei componenti principali d’impianto con componenti di differenti caratteristiche, a parità, o nei limiti di incremento consentiti, della potenza nominale.

Potenziamento non incentivato: interventi finalizzati a incrementare la producibilità dell’impianto, mediante la nuova installazione o la sostituzione di componenti principali di generazione che comportino l’incremento della potenza nominale oltre i limiti consentiti.

Rivalutazione dei parametri di calcolo dell’incentivo: istanze di rivalutazione dei parametri di calcolo dell’incentivo o variazioni amministrative che non derivano da operazioni sui componenti di impianto ma che potrebbero implicare un aggiornamento della convenzione.

Per ciascuna categoria di intervento sono rappresentate le condizioni e i criteri di ammissibilità, le modalità di comunicazione al GSE e gli adempimenti in capo agli Operatori.

Le Procedure operative distinguono poi i componenti principali di impianto e quelli minori, dettagliando tipologia e caratteristiche di ciascuno in apposite tabelle.

GSE Guidelines for the operation of renewable energy plants other than PV plants. On 20 December, the GSE published the Guidelines for the operation of renewable energy plants other than PV plants pursuant to art. 30 of the Ministerial Decree 23 June 2016. The Guidelines apply also to maintenance works which have been already carried out. Maintenance works may entail power increase, provided that such increase does not exceed 5% for plants of nominal power up to 20 kW and 1% for plants of nominal power above 20 kW.

2. Termine ultimo per la presentazione di richieste di accesso diretto agli incentivi del DM 23 giugno 2016

Il GSE ricorda agli operatori che il 31 dicembre 2017, ore 24, scade il termine per la presentazione di richieste di accesso diretto agli incentivi del DM 23 giugno 2016. Nei casi di malfunzionamento del portale, gli operatori dovranno inviare un’opportuna segnalazione via email all’indirizzo segnalazionichiusuraportale@gse.it, avendo cura di indicare nell’oggetto, per esteso, il codice FER associato alla richiesta (es. FER123456) e allegando al testo della comunicazione lo “screenshot” della schermata nella quale la criticità è stata riscontrata.

Last term to file the applications for the direct access to the incentives of the Ministerial Decree 23 June 2016. 31 December 2017 at midnight is the last term to file with the GSE the applications for the direct access to the subsidies of the Ministerial Decree 23 June 2016. In case of malfunctioning of the GSE’s website, the applicant shall send an email to the address segnalazionichiusuraportale@gse.it containing the relevant FER code and the screenshot related to issue occurred.

3. Limiti alle emissioni in atmosfera degli impianti di combustione medi

Con Dlgs 15 novembre 2017, n. 183, è stata data attuazione alla Direttiva 2015/2193/UE. Il D.lgs introduce il riordino della disciplina delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera di cui alla Parte Quinta del Dlgs 152/2006.

Combustion Plants - Air Emission Thresholds. By means of Legislative Decree No. 183 of 15 November 2017, air emissions authorization have been re-ruled by implementing EU Directive 2015/2193/UE.

4. Impianti idroelettrici - Riattivata l’efficacia delle graduatorie

Con un proprio comunicato del 27 novembre 2017, il GSE ha annunciato che, a seguito dell'ordinanza n. 5082 del 24 novembre 2017 del Consiglio di Stato, verrà riattivato il procedimento di valutazione delle istanze di accesso agli incentivi per le quali è stata sospesa l’istruttoria. Inoltre, a partire dal 28 novembre 2017, decorrono i 30 giorni per presentare istanza di accesso ai meccanismi di incentivazione per gli impianti risultati in posizione utile nella graduatoria del Registro IDRO_RG2016 e per quelli realizzati con procedure a evidenza pubblica da Amministrazioni pubbliche di potenza superiore a 250 kW e inferiore o uguale a 500 kW, entrati in esercizio. Nessuna disposizione in relazione agli impianti idroelettrici già ammessi al sistema incentivante e per cui era stata sospesa l'erogazione degli incentivi.

hydro-electrical Plants – Ranking. With a press release dated 27 November 2017, after the order of the Council of State No. 5082 of 24 November 2017, the GSE announced to restart the procedure for the evaluation of the requests for the access to the incentives for which the examination was suspended. In addition, starting from 28 November 2017, 30 days will elapse to file the application for access to incentive mechanisms for plants that are in a useful position in the IDRO_RG2016 registry ranking and for those carried out with public procedures by public administrations with a power exceeding 250 kW and less than or equal to 500 kW, entered into operation. No provision in relation to the hydroelectric plants already admitted to the incentive system and for which the granting of incentives was suspended.

5. Biocarburanti - Obbligo di immissione in consumo per gli anni 2018-2019-2020

Con il Decreto Ministeriale 13 dicembre 2017, il Ministero dello Sviluppo Economico ha ridotto le percentuali minime di obbligo di immissione in consumo con riferimento ai biocarburanti e ai carburanti avanzati per gli anni 2018, 2019 e 2020 già fissate dal Decreto Ministeriale 10 ottobre 2014. In particolare, le quote minime sono le seguenti: per l’anno 2018, 7% di biocarburanti di cui almeno 0,1% di biocarburanti avanzati; per l’anno 2019, 8% di biocarburanti di cui almeno 0,2% di biocarburanti avanzati; per l’anno 2020, 9% di biocarburanti di cui almeno 1% di biocarburanti avanzati.

Minimum allocation of biofuels and advanced biofuels for 2018-2019-2020. The Ministry of Economic Development approved the Ministerial Decree of 13 December 2017 concerning the establishment of the minimum quotas of biofuels and advanced biofuels to be placed into the market for the years 2018-2019-2020. In particular, the minimum quotas are as follows: for 2018, 7% of biofuels of which at least 0.1% of advanced biofuels; for 2019, 8% of biofuels of which at least 0.2% of advanced biofuels; for 2020, 9% of biofuels of which at least 1% of advanced biofuels.

6. Conto termico – il GSE aggiorna il catalogo degli apparecchi domestici

In data 18 dicembre 2017, il GSE ha pubblicato sul proprio sito web l’aggiornamento del catalogo apparecchi domestici del Conto Termico di cui all’art. 2 comma 1 lettera c) del DM 16 febbraio 2016.

Heating & Cooling Support Scheme- The GSE updated the catalogue of household equipment. On 18 December 2017, the GSE published on its website an update of the catalogue of household appliances admitted to the Heating & Cooling Support Scheme.

Lavori Parlamentari

7. Approvato alla Camera l’emendamento al DDL Bilancio 2018

E’ stato approvato alla Camera l’emendamento al DDL Bilancio 2018, il quale, con riguardo ai poteri di verifica e controllo del GSE:

  • introduce il principio di proporzionalità tra violazioni e sanzioni: per gli impianti FER che al momento dell'accertamento della violazione percepiscono incentivi, il GSE non potrà più comminare la decadenza degli incentivi, ma soltanto rimodulare, nel rispetto del principio di proporzionalità, la tariffa in una forbice compresa tra il 20 e l’80%, in ragione dell’entità della violazione accertata;
  • riduce di un terzo la sanzione nel caso di autodenuncia;
  • attribuisce al MiSE la definizione di dettaglio delle violazioni a cui consegue la decurtazione.

Approved to the House the amendment to the DDL Financial Statements 2018. The amendment to the DDL Financial Statements 2018 was approved in the Chamber. With regard to the powers of verification and control of the GSE, it: (i) introduces the principle of proportionality between violations and sanctions: for FER plants which at the time of ascertaining the violation receive incentives, the GSE can no longer impose the forfeiture of incentives, but only reformulate, in compliance with the principle of proportionality, the tariff in a range of between 20% and 80%, due to the extent of the violation established; (ii). reduces the penalty by one third in the case of self-complaint; (iii). attributes to the MiSE the definition of detail of the violations to which the curtailment follows.

8. Eolico – Rifacimenti – in corso di approvazione procedure semplificate per la VIA

E’ in corso di approvazione il provvedimento, che attua la riforma della VIA e contiene norme semplificate per l’approvazione di progetti di rifacimento nel settore eolico.

Wind farms’ Restructuring – EIA Simplified procedures. In course of approval news simplified rules for the issuance of the EIA in case of Wind Farms’ restructuring projects.

Giurisprudenza

9. Impianti eolici – il GSE non può trattenere l’incentivo per compensare il credito per la parziale escussione della fideiussione definitiva (difesa vittoriosa DLA Piper)

La sez. III-ter del TAR Roma ha ordinato al GSE di riattivare immediatamente l’erogazione degli incentivi all’energia prodotta dall’impianto eolico della Società ricorrente. I giudici del TAR Roma hanno in particolare ritenuto non legittima la compensazione arbitrariamente operata dal GSE del credito derivante dall’erogazione degli incentivi con il credito (contestato) derivante dalla parziale escussione della fideiussione a garanzia della realizzazione della iniziativa. Il TAR Roma ha chiarito che, “la clausola contrattuale di compensazione invocata dal GSE … non appare applicabile al credito in questa sede vantato dall’amministrazione, trattandosi di credito che il Gestore ha nei confronti non della ricorrente ma dell’istituto garante”. In buona sostanza, l’escussione della fideiussione a garanzia della realizzazione dell’iniziativa costituisce ex lege l’unica modalità di pagamento della penale per non aver installato tutta la potenza nominale inizialmente autorizzata e oggetto di prenotazione dell’incentivo.

Wind power plants – Not applicable the Payment by way of set off by GSE. The section III-ter of the Regional Administrative Court of Rome has considered unlawful the uphold arbitrarily made by the GSE of the incentives with the (contested) credit deriving from the partial enforcement of the guarantee, to guarantee the realization of the initiative. The Court has clarified that, "the contractual clause of compensation invoked by the GSE ... does not appear applicable to the credit claimed by the administration, as it is a claim that the GSE has towards the applicant but not from the guarantor institution".

10. Esclusione VIA, la durata è di cinque anni

Il Tar Puglia con la sentenza 1° dicembre 2017, n. 1904 ha statuito che La durata quinquennale dell'esclusione dalla VIA è valida per i progetti presentati dopo l'entrata in vigore del Dlgs 4/2008, che è intervenuto a modificare l'articolo il Dlgs 152/2006. Per i progetti sottoposti a screening prima dell'entrata in vigore del Dlgs 4/2008 bisogna fare riferimento alla formulazione originaria del Dlgs 152/2006, che "non prevedeva alcun termine per la realizzazione dei lavori sottoposti alla fase di valutazione e, di conseguenza, nessun termine era applicabile alla esclusione dalla valutazione di impatto ambientale".

EIA – 5 years of validity. By means of the Decision of 1 December 2017, No. 1904, the Regional Administrative Court of Bari stated that the EIA validity is of 5 years only for project filed after the entry into force of Legislative Decree 4/2008.

11. Gas naturale – Royalties dovute per lo sfruttamento del sottosuolo minerario – Parametro Pfor – E’ applicabile

Con la sentenza n. 02398/2017 del 6 settembre 2017, il TAR Milano ha stabilito che il valore delle royalties non può essere determinato per esigenze di bilancio. Tali prestazioni debbano essere commisurate al valore del gas, e in particolare al valore determinato dall’Autorità ai fini delle condizioni di fornitura per il mercato tutelato. Dovrà quindi ritenersi oggi applicabile il parametro Pfor, in luogo dell’indice QE.

Natural Gas – Royalties. The Regional Administrative Court of Milan has decided that the Ministry can not auto-determine the royalties for the use of the miner undergrounds but the Authority has to fix it on the basis of the Pfor parameters.

12. Impianti Eolici - Provvedimento di VIA – No Sospensiva (difesa vittoriosa DLA Piper)

Con l’ordinanza n. 331 del 18 dicembre 2017, il TAR Liguria, sez. I, ha respinto l’istanza cautelare proposta dal Comitato ricorrente, ritenendo il solo provvedimento di VIA non sufficiente integrare il pregiudizio grave e irreparabile dedotto.

EIA – No Interim Suspension By means of the ordinance No. 331 of 18 December 2017, the Regional Administrative Court of Liguria, section I, rejected the precautionary petition proposed by the applicant Committee, considering that the sole EIA provision did not able to integrate the serious and irreparable prejudice deduced.

13. Impianti termoelettrici con turbina a vapore – energia assorbita dai servizi ausiliari d’impianto – il TAR Lazio ne definisce i limiti

Con la sentenza 27 novembre 2017, n. 11758, la Sezione III-ter del TAR Lazio ha ritenuto infondate le pretese della Società ricorrente, volte a considerare alla stregua di servizi ausiliari d’impianto, solo le utenze che siano utilizzate esclusivamente per la generazione di energia elettrica. Secondo i giudici romani, infatti, sulla base di una ricostruzione normativa, devono considerarsi servizi ausiliari d’impianto anche quelli necessari, in quanto “strettamente connessi”, per il perfezionamento del “ciclo di generazione o di trasformazione dell’energia elettrica”, compresi “tutti i servizi ausiliari di trattamento del combustibile”.

Thermoelectric plants with steam turbine - energy absorbed by the auxiliary plant services - The Regional Administrative Court of Rome defines their limits. By means of the decision of November 27, 2017, No. 11758, the Section III-ter of the Regional Administrative Court of Rome held that the applicant's claims, aimed at considering the auxiliary plant services as the utilities used exclusively for the generation of electricity, were baseless. According to the Roman judges, in fact, on the basis of a normative reconstruction, ancillary plant services must also be considered as those necessary, as "closely connected", for the improvement of the "cycle of generation or transformation of electricity", including "all auxiliary fuel treatment services".

14. Minieolico- Legittimo il ricorso alla PAS per un singolo aerogeneratore

Con sentenza n. 685 del 30 ottobre 2017, il TAR Basilicata ha annullato l'atto con cui un Comune aveva negato la Procedura abilitativa semplificata relativa ad un impianto minieolico da 59 kW, da installare in una zona in cui erano già presenti altri 8 aerogeneratori (sia in progetto che in esercizio) appartenenti a soggetti differenti. La somma di questi 9 impianti avrebbe configurato la presenza di un unico impianto eolico di 500 kW di potenza, da assoggettare quindi ad Autorizzazione unica anzichè a PAS. Nel motivare tale diniego, il Comune non ha proceduto a verificare che fosse effettivamente in programma la realizzazione di un unico parco eolico composto di più aerogeneratori, ma si è "limitato a citare la vicinanza degli impianti e ad affermare, invero apoditticamente e in modo non perspicuo, che l'impianto del ricorrente sarebbe 'intimamente collegato' a altri otto esistenti nella medesima zona".

Wind farm – Simplified Procedure (PAS) for a single wind turbine. By means of the decision No. 685 of 30 October 2017, the Administrative Regional Court for the Basilicata Region annulled the act by which a Municipality denied the simplified authorization procedure (PAS) for a 59 kW mini-wind plant, to be installed in an area where there were already 8 other wind turbines (both planned that in operation) belonging to different subjects.

15. Ampliamento parco eolico - Lavori di costruzione avviati successivamente all'inserimento in posizione utile nelle graduatorie degli impianti iscritti al Registro ex DM 23 giugno 2016 – Non vi è illegittimità dell’articolo 4, commi 5 e 6 del DM.

Con la sentenza n. 11646 del 24 novembre 2017, il TAR Roma, sez. III-ter, ha ribadito la legittimità dell’art. 4, commi 5 e 6 del D.M. 23 giugno 2016, che ammette l’erogazione del beneficio a condizione che i lavori di costruzione dell’impianto di produzione di energia siano avviati soltanto in un momento successivo rispetto all’inserimento in graduatoria, sul presupposto che, diversamente, si finirebbe con l’ammettere un aiuto di Stato “non necessario” in quanto risulterebbe già dimostrato, per factia concludentia, che l’impresa, indipendentemente dalla concessione del beneficio, ha già spontaneamente dato avvio all’iniziativa.

Wind farm - Construction works started after the insertion in a useful position in the rankings of the plants registered in the Register ex Ministerial Decree 23 June 2016 - Legitimacy of article 4, paragraphs 5 and 6 of the Ministerial Decree. By means of the decision No. 11646 of 24 November 2017, the Regional Administrative Court of Rome, section. III-ter, reiterated the lawfulness of the art. 4, paragraphs 5 and 6 of the D.M. 23 June 2016, which admits the payment of the benefit, provided that the construction works of the energy production plant are started only after the inclusion of the plant in the GSE’s ranking, on the assumption that the starting of the works proves that the benefit is not necessary.