In data 18 luglio 2013, la Consob ha pubblicato due raccomandazioni per le società quotate operanti nel settore delle energie rinnovabili (la “Raccomandazione Società Energie Rinnovabili”) e per le società quotate immobiliari (la “Raccomandazione Società Immobiliari” e congiuntamente le “Raccomandazioni”), in materia di informativa da indicare nelle relazioni finanziarie annuali e semestrali e nelle comunicazioni al mercato.

Le Raccomandazioni non introducono ulteriori obblighi normativi, ma intendono fornire alcune linee guida al fine di rafforzare la trasparenza e promuovere una maggiore omogeneità nell’informativa finanziaria relativa alle società operanti nei suddetti settori.

La Consob ha anche chiarito che le società possono utilizzare le Raccomandazioni quale utile punto di riferimento per le relazioni finanziarie semestrali al 30 giugno 2013 in corso di preparazione, qualora tali informazioni siano agevolmente disponibili entro la data definita per l’approvazione della relazione finanziaria.

Raccomandazione Società Energie Rinnovabili

La Consob ritiene utile che siano riportate nelle relazioni finanziarie annuali e semestrali informazioni maggiormente dettagliate con riguardo alle seguenti materie:

  • quadro normativo e regolamentare;
  • impianti di produzione di energia e progetti in fase di sviluppo;
  • impianti destinati alla cessione a terzi;
  • situazione finanziaria debitoria complessiva del gruppo;
  • contabilizzazione dei costi di sviluppo dei progetti;
  • contabilizzazione degli oneri di dismissione e smantellamento degli impianti;
  • contabilizzazione degli incentivi;
  • indicatori alternativi di performance.

Inoltre, la Consob raccomanda di inserire nei comunicati stampa relativi ai progetti di realizzazione di impianti per la produzione di energia gli ulteriori elementi informativi, tra cui: ogni elemento utile ad identificare l'impianto o gli impianti; l'importo dell'investimento complessivo; le relative modalità di copertura finanziaria; l'assegnazione di eventuali incentivi da parte del legislatore; l’indicazione se l'impianto è costruito internamente da altre società del gruppo dell'emittente; la previsione di completamento dei lavori di costruzione e di allacciamento alla rete elettrica e, ove significativi, scostamenti dalla predetta tempistica.

Sulla base di quanto disposto dall'art. 68 del Regolamento Emittenti, in particolare, l'emittente dovrebbe segnalare se i progetti sono in linea o meno con gli obiettivi definiti nel piano industriale e comunicati al mercato.

Raccomandazione Società Immobiliari

A seguito di un’indagine svolta sul processo di valutazione per l’apprezzamento della consistenza e del valore del portafoglio immobiliare nelle società quotate operanti nel settore immobiliare, la Consob ha rilevato alcuni profili di criticità e la conseguente esigenza (i) di una maggiore e più uniforme informativa in materia di valutazione del fair value delle iniziative immobiliari in corso e (ii) di linee guida per la gestione dei rapporti tra le società e i periti indipendenti incaricati delle valutazioni.

La Raccomandazione Società Immobiliari, pertanto, fornisce alcune specifiche indicazioni atte a rafforzare la trasparenza informativa in merito a:

  • la politica adottata dalla società per la determinazione del fair value delle iniziative immobiliari in corso (property under construction or development for future use as investment property – IPUC);
  • i rischi che possono condizionare l’attendibilità della misurazione del fair value;
  • la gestione dei rapporti con gli esperti indipendenti relativamente all’attività di verifica da questi ultimi svolta, con particolare attenzione alle assumptions utilizzate dagli esperti per l’elaborazione delle stime (in analogia a quanto indicato per i fondi comuni di investimento dalla comunicazione congiunta Banca d’Italia – Consob del 29 luglio 2010).

Da ultimo, la Consob ha precisato che la Raccomandazione Società Immobiliari assume rilievo anche per le società diverse da quelle immobiliari che detengano ingenti patrimoni immobiliari e siano tenute a determinarne il fair value.