Lo scorso 20 ottobre il Ministero dello Sviluppo e delle Finanze della Polonia ha avanzato un importante disegno di legge in tema di supporto ai nuovi investimenti finalizzato a trasformare e potenziare le Zone Economiche Speciali (ZES), dare una continuità territoriale a quelle già esistenti e prorogarne il termine di validità.

Estensione all'intero territorio nazionale del regime delle ZES

L'obiettivo principale della proposta governativa è quello di estendere all'intero territorio nazionale il regime delle ZES ora limitate a determinate aree. Il disegno di legge rimanda, quindi, a una serie di decreti attuativi e regolamenti la concreta suddivisione del territorio e l'individuazione dei relativi Organi di Amministrazione.

L'Organo di Amministrazione come "punto di contatto"

Ciascun Organo di Amministrazione avrà il compito di porre in essere le attività necessarie per l'avvio di nuovi progetti di sviluppo e di fornire supporto agli imprenditori nei processi di investimento, ad esempio, mettendo a disposizione beni, facilitando il dialogo tra imprese, amministrazioni locali e società, realizzando attività di formazione gratuita.

Esenzioni fiscali

È confermato l'ampio regime di esenzioni fiscali attualmente esistente. Presupposto per usufruirne è l'ottenimento di una delibera del Ministero dell'Economia la cui durata varierà tra i 10 e i 15 anni in funzione, tra gli altri, delle concrete misure di sostegno previste dalla singola ZES.

La delibera ministeriale: qualità e quantità dei nuovi investimenti come fattori determinanti

Le misure di sostegno saranno destinate ai nuovi investimenti, sotto forma di nuove iniziative economiche, ampliamento della capacità produttiva già esistente, diversificazione della produzione o rinnovamento dei processi produttivi già esistenti. Inoltre, i programmi di investimento dovranno adempiere a determinati requisiti di valore economico e di qualità.

I settori interessati dalle nuove ZES

Da quanto emerge dal disegno di legge rapidamente descritto, gli ambiti in cui la riforma maggiormente inciderà sono i seguenti:

  • sviluppo strutturale dell'impresa, mediante assunzione di risorse specializzate o offerta di lavoro altamente retribuita, secondo l'attuale politica di sviluppo del paese e dell'export di prodotti e servizi;
  • ricerca e sviluppo mediante il miglioramento della collaborazione imprese-centri di ricerca e università;
  • sviluppo del territorio mediante il sostegno a micro, piccole e medie imprese operanti in zone geografiche svantaggiate,
  • sviluppo del capitale umano mediante una serie di aiuti ai lavoratori anche e soprattutto di tipo formativo.

Conclusioni

Il disegno di legge proposto dal Governo appare sin d'ora idoneo a supportare fortemente la crescita economica e la capacità di attrarre investimenti esteri della Polonia. Il sistema di detassazione degli utili e di sgravi fiscali e amministrativi, che si vuole implementare, è sicuramente uno degli aspetti che hanno fatto entrare la Polonia e le imprese polacche nel novero dei migliori partner economici e commerciali del momento.

This article has also been published on the site diritto24.it, link http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/avvocatoAffari/mercatiImpresa/2017-11-20/polonia-zone-economiche-speciali-proposte-governativa-modifica-e-implementazione-115840.php