La Commissione europea ha approvato, in base alle regole comunitarie in materia di aiuti di Stato, il piano della Germania per concedere ad Air Berlin un prestito temporaneo di 150 milioni di euro. La misura permetterà una ristrutturazione ordinata della compagnia aerea insolvente senza distorcere indebitamente la concorrenza nel mercato unico.

Il 15 agosto, la Germania ha comunicato alla Commissione l’intenzione di concedere un prestito ad Air Berlin. Ciò a seguito del recesso da parte di Etihad, principale azionista di Air Berlin, e quindi del venire meno del sostegno finanziario di quest’ultimo alla società aerea. Nei prossimi mesi, l’istituto di credito pubblico tedesco KfW fornirà ad Air Berlin un prestito fino ad un massimo di 150 milioni di euro.