Due militari inglesi sono stati detenuti in Nigeria dopo essere stati inviati a guardia di una nave cisterna per la subita minaccia di un attacco pirata. Il viaggio della nave CRETE doveva iniziare in Nigeria lungo l’Escravos il 21 marzo, ma il comandante aveva richiesto che facesse rotata a Warri dal momento che aveva subito un attacco pirata il giorno precedente. La squadra a guardia della nave aveva fatto sosta in un albergo prima dell’imbarco, dove, senza alcuna ragione, un contingente militare fece poi irruzione, procedendo all’arresto delle due guardie inglesi ed altri individui, che vennero portati in luogo sconosciuto, come sconosciute sono le cause dell’arresto.

Si pensa ad un errore di identità, ma questo ancora una volta dimostra quanto la situazione sia difficile anche per chi desidera contrastare il fenomeno in Nigeria. E l’ironia della sorte è che la CRETE era stata attaccata da pirati proprio il giorno precedente.