In data 30 marzo 2017, la BEREC ( Body of European Regulators for Electronic Communications) ha pubblicato le line guida sul Regolamento Europeo No. 531/2012 (Retail Roaming Guidelines), cosi’ come modificato dal Regolamento (EU) 2015/2120 ed implementato dal Regolamento (EU) 2016/2286 del 15 dicembre 2016, che definisce le regole sull'applicazione del “fair use policy” (FUP), la metodologia per la valutazione della sostenibilità della soppressione delle maggiorazioni di roaming al dettaglio, nonché’ le prescrizioni per la presentazione della domanda da parte di fornitore di roaming sulla valutazione di sostenibilità’ (CIR).

Queste linee guida sostituiscono le linee guida del BEREC pubblicate nel 2016 (BoR (16) 34) che si occupano principalmente con il periodo di transizione. Rileva chiarire, comunque, che le Linee Guida sono complementari alle disposizioni di cui al regolamento sul roaming ed ai provvedimenti applicativi, e non sono costituiscono un'interpretazione giuridica ufficiale di tali disposizioni.

In ogni modo, pero’, le Autorità Nazionali Indipendenti Nazionali, come appunto l’Agcom, saranno tenute a prendere questi orientamenti del BEREC in massima considerazione quando saranno chiamate ad applicare i citati regolamenti europee. Le linee guida della Berec non modificano i regolamenti dell’unione europea sul tema del roaming, ma servono solo a darne una interpretazione pratica.

Pertanto, e’ stato altresì chiarito che, a decorrere dal 15 giugno 2017, gli operatori mobili che non si siano adeguati alle prescrizioni del Regolamento rischiano la sanzione, ivi prevista, poiche’ solo per gli operatori che hanno perdite complessive superiori al 3% e’ prevista una deroga applicativa al regolamento.