Il voluminoso documento si compone di 139 pagine con le quali si vogliono delineare le scelte energetiche dei prossimi decenni, per quanto l’orizzonte di riferimento esplicitato chiaramente sia solo quello del 2020.

Gli obiettivi della strategia sono fondamentalmente quattro e si compendiano nella riduzione dei costi energetici, pieno raggiungimento e superamento di tutti gli obiettivi europei in materia ambientale, maggiore sicurezza di approvvigionamento e sviluppo industriale del settore energia. Per raggiungerli, sono state fissate sette priorità: promozione dell’efficienza energetica, promozione di un mercato del gas competitivo, sviluppo economicamente sostenibile delle energie rinnovabili, sviluppo di un mercato elettrico pienamente integrato con quello europeo, ristrutturazione del settore della raffinazione e della rete di distribuzione dei carburanti, sviluppo sostenibile della produzione nazionale di idrocarburi, modernizzazione dei processi decisionali con l’obiettivo di renderli più efficaci e più efficienti.

Fonte: Lexambiente.it