I documenti inerenti i rapporti contrattuali intervenuti tra un gestore di servizio pubblico e i suoi fornitori, se funzionali all’esecuzione del servizio stesso, rientrano nel novero dei documenti per cui è consentito l’accesso ai sensi degli articolo 22 e ss. della L. 241/1990 e ss. E’ quanto ha statuito il Tar Lazio, con sentenza n. 1669 del 4 febbraio 2016.

Il commento di Carmen Chierchia alla sentenza citata, che offre una panoramica sul nesso di strumentalità tra i documenti accessibili e la gestione del servizio, è stato pubblicato sul sito Quotidiano degli Enti Locali de Il Sole 24 Ore, consultabile qui .