Il decreto “Milleproroghe” (d.l. 30 dicembre 2015, n. 210) ha nuovamente differito di un anno la piena operatività del SISTRI – Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti.  

Viene, dunque, prorogato fino al 31 dicembre 2016 il regime transitorio del cosiddetto “doppio binario”, il quale prevede l’applicazione dei tradizionali adempimenti cartacei, disciplinati dal Codice dell’Ambiente previgente alle modifiche introdotte con la riforma del 2010 (compilazione dei formulari, tenuta dei registri di carico/scarico e presentazione del MUD), e delle relative sanzioni.

Ne consegue che le sanzioni relative al SISTRI diverranno applicabili solo nel 2017, fatta eccezione per quelle disposte per la mancata iscrizione al sistema e per l’omesso pagamento del relativo contributo annuale, le quali sono già divenute applicabili dal 1 aprile 2015.